Design For All

Good design enables, bad design disables.

Paul Hogan
(Presidente Emerito, EIDD – Design for All Europe)

thumbnail

Cos’è il
Design for All

Design for All è il design per la diversità umana, l’inclusione sociale e l’uguaglianza. La pratica del Design for All fa uso cosciente dell’analisi dei bisogni e delle aspirazioni umane ed esige il coinvolgimento degli utenti finali in ogni fase del processo progettuale.

Attraverso l’Europa, l’ampiezza delle diversità umane anagrafiche, culturali e di abilità è senza precedenti. Si sopravvive a malattie e infortuni e si convive con disabilità come mai prima.

Questo approccio olistico ed innovativo costituisce una sfida creativa ed etica ad ogni designer, progettista, imprenditore, amministratore pubblico e leader politico.

Si occupa primariamente di processi e metodi con l’ approccio a tre gambe: progetto eco-compatibile, economicamente accessibile ed usabile.

Si pone come missione di favorire l’inclusione sociale delle persone disabili attraverso il progetto e migliorare la qualità della vita.

Universal Design, più sviluppato negli Stati Uniti, invece tende a mirare al prodotto finale, utilizzando regole di facile applicazione. Può avere vantaggi a breve termine, ma fallisce nel creare la coscienza dell’inclusione sociale nei decisori e nei progettisti. Il sospetto è che con le metodologie proposte da Universal Design non sia facile evidenziare il rispetto della dignità umana, perché non misurabile con parametri puramente oggettivi. Diversamente, il Design for All introduce il concetto del rispetto della dignità umana.

Più diffuso nel Regno Unito è il principio del Inclusive designil quale si trova molto vicino alla concezione del Design for All. Recita che tutti i progetti di ambiente, di ingegneria ed architettura, i prodotti e i processi, devono rispondere il più possibile alla diversità dei bisogni umani.

Servizi di progettazione e consulenza

Design for All – Design & Architettura

thumbnail

 

Lo Studio offre servizi di consulenza e progettazione di interventi architettonici, di prodotti per le piccole e grandi imprese.

I servizi e i progetti sono caratterizzati da una dinamica progettuale che segue il processo Design for All; in questo senso c’è una particolare sensibilità e attenzione alla dignità degli invididui dàndo una contributo creativo e non discriminante nel rispetto delle norme per la sicurezza e la disabilità.

Non solo abbattimento delle barriere architettoniche, ma proponiamo principalmente soluzioni attente alla prossemica degli spazi (nuovi o preesistenti) o servizi.

Un processo di progettazione che studia i gesti (anche latenti) e il comportamento degli individui evitando accuratamente le varie forme di codici ghettizzanti.

Richiedi una consulenza

Design for All – Vantaggi per le aziende

thumbnail

 

Per crescere in periodi di crisi un’azienda deve innovare: il Design for All (DfA) è un’innovazione che offre all’azienda l’opportunità di essere più competitiva, ampliare il suo mercato, fidelizzare i clienti e migliorare la sua immagine favorendo l’inclusione sociale.

Inoltre il Design for All considera che non utilizziamo gli oggetti solo in situazioni ottimali ma anche quando siamo nervosi, o con dei muscoli affaticati, o con le mani bagnate o con un bambino in braccio.

Un prodotto che fa fronte ad esigenze diverse è di più facile, comodo e gradevole utilizzo per tutti.

Un progetto Design for All allarga il mercato di una piccola e media impresa perché:

  • consente di soddisfare una maggior base di clienti dando facilità, comodità e gradevolezza d’uso anche a fasce di clienti penalizzati o addirittura esclusi dai prodotti finalizzati all’utente standard;
  • fidelizza i clienti perché valorizza le loro specificità;
  • non propone soluzioni per disabili (ghettizzanti), ma per tutti, compresi i disabili;
  • dà una risposta creativa e non discriminante alle norme per la sicurezza e la disabilità.

Design for All – Opportunità

thumbnail

 

  • La progettazione industriale si rivolge ad un ipotetico utente standard penalizzando il 90% della popolazione europa; con il Design for All si contribuisce a ridurre la percentuale
  • Un design centrato sull’utilizzatore finale ottiene soluzioni innovative orientate al largo consumo
  • Aumentare le possibilità di utilizzo di uno spazio o prodotto significa aumentare il numero di utenti o consumatori
  • Prodotti Design for All sono l’occasione vincente per differenziarsi dalla concorrenza, e per mostrarsi socialmente attivi e contemporanei
  • Il Design for All limita drasticamente il margine di rischio d’insoddisfazione dell’utente finale
Richiedi una consulenza