C3 – 1978

C3 – 1978

Under construction

 

I sinuosi colli storici della battaglia di solferino e San Martino, la passione per le auto sportive d’epoca e le Harley Davidson, sono, unitamente al desiderio di costruire e vivere in modo sostenibile, gli elementi d’ispirazione delle scelte architettoniche e tecnologiche di questa villa unifamiliare di impronta decisamente moderna.

L’utilizzo dei casseri a perdere in polistirolo (ICF) ha consentito di realizzare una struttura antisismica, altamente isolata termicamente e dal giusto rapporto qualità/prezzo.

La semplificazione strutturale, la rigorosa impostazione spaziale, il corretto orientamento, l’utilizzo di criteri compositivi di bio-architettura e l’alta qualità dei componenti, hanno consentito di ridurre al minimo gli impianti, pur garantendo il massimo comfort attualmente possibile.

Il mix energetico previsto (impianto a bio-massa con termo-camino a legna, impianto solare termico e fotovoltaico con pompa di calore) e il basso fabbisogno (edificio in classe A+) sia nel periodo invernale che estivo garantiscono il massimo risparmio energetico durante tutto l’arco dell’anno.

Lo stile sobrio degli interni contribuisce all’economicità dell’intervento e fa da sfondo ideale per i pezzi d’antiquariato e modernariato che adornano e popolano i generosi spazi del living e del soppalco abitabile.