Consigli per un buon sito internet

Consigli per un buon sito internet

Consigli per un buon sito internet

  • 1. Navigazione intuitiva e layout semplice

    La cosa più importante da tenere in considerazione è la realizzazione di un sito facilmente navigabile, con percorsi intuitivi che permettono di arrivare alle informazioni desiderate in pochi passaggi. Questo si traduce in un layout delle pagine quanto più semplice possibile con il menù di navigazione principale sempre in evidenza e posto in un punto della pagina facilmente individuabile, e per quanto riguarda i contenuti (testi e immagini), proporli in modo congruente e inerente al contesto d’insieme.

  • 2. Qualità dei contenuti e informazioni originali

    Ciò che determina in maniera incisiva la visibilità sulla rete di un sito è la qualità e ricchezza di contenuti testuali. Alcuni dei siti più visitati e popolari sono i portali di informazione poiché i motori di ricerca privilegiano la presenza di testo sopra ogni cosa e per loro natura restituiscono nei risultati delle ricerche i siti ordinati per attendibilità, ricchezza e originalità delle informazioni. Quindi, è sempre consigliato inserire più testo possibile all’interno delle proprie pagine, mettendo in evidenza i contenuti coerenti e più pertinenti possibili.

  • 3. Aggiornamento dei contenuti dinamici

    La ricchezza di contenuti testuali è il miglior modo per una presenza decisiva nei motori di ricerca. E’ anche importante prevedere un costante aggiornamento delle informazioni contenute nel sito. L’aggiornamento delle informazioni sarà inerente alcune sezioni del sito, quelle che magari contengono dati relativi a prodotti o servizi offerti, o promozioni e offerte speciali, oppure ancora news ed eventi organizzati. Quindi, quando si progetta un sito è sempre buona regola prevedere sezioni aggiornabili in autonomia da parte del cliente, che può inserire in qualunque momento nuove informazioni e nuovi contenuti o aggiornare quelli già presenti.

  • 4. Utilizzo di Video posizionati su Youtube

    Ulteriore accorgimento per aumentare la visibilità di un sito è quello di utilizzare di filmati e video all’interno delle pagine, caricati precedentemente su portali specializzati quali ad esempio YouTube, che è considerato dai motori di ricerca come una delle fonti primarie di informazioni. I filmati devono ovviamente essere attinenti ai contenuti del sito e quando vengono caricati su YouTube vanno inserite tutte le parole-chiave (keyword) più importanti che identificano i contenuti del video. Quindi, inserire filmati su YouTube (o altri portali simili) aumenta la visibilità, l’attendibilità e il ranking nei motori di ricerca.

  • 5. Inserimento di documenti PDF

    Per aumentare in modo i contenuti nel proprio sito si può inserire al suo interno documenti in formato PDF, che sono ottimamente indicizzabili dai motori di ricerca. Inoltre, uno dei vantaggi nell’utilizzo dei PDF è quello di non appesantire le pagine permettendo all’utente di scaricare le informazioni cliccando sul link diretto al documento. Anche in questo caso è importante l’originalità e la ricchezza di particolari delle informazioni interne ai PDF, la cui visibilità sarà direttamente proporzionale all’unicità dei contenuti sulla Rete.

  • 6. Collegamento ai Social Network

    Social network come ad esempio Facebook e Twitter  sono dei preziosi strumenti anche per posizionare nella rete i contenuti che si vogliono condividere. Per le Aziende in particolare, questi nuovi canali online rappresentano una via alternativa per pubblicizzare servizi e prodotti, effettuare marketing e avere un punto di contatto con i clienti, e quindi sempre più diventa imprescindibile per ogni ditta o professionista avere un proprio profilo su Facebook (o altri social network). I motori di ricerca hanno elaborato da tempo la presenza dei Social Network e quindi inserire all’interno del profilo il link diretto al proprio sito ne aumenta sensibilmente la popolarità e quindi la visibilità generale.

  • 7. Contatto con l’utenza

    Il motivo per cui si decide di pubblicare un sito della propria Azienda o Servizio è quello di avere una vetrina per pubblicizzare prodotti e servizi, avvicinare e allargare la platea di nuovi potenziali clienti. Per questo motivo è corretto inserire strumenti e modi per poter avere un contatto diretto con i visitatori, e quindi disporre di un modulo per la richiesta di informazioni, o richieste di varie entità. Non dovrebbe, quindi, mai mancare una pagina dei contatti dove ad esempio inserire tutti i recapiti (telefonici, E-mail, Skype, Messenger, Facebook, ecc..) e una mappa interattiva, come quella di Google con le indicazioni su come raggiungere la sede o gli uffici. In ultimo, si deve prendere in considerazione anche la presenza di un sistema di raccolta di contatti per una mailing-list da utilizzare per invii periodici di newsletter.

  • 8. Sito multi lingua

    Se la propria utenza si estende anche fuori dal territorio italiano è indispensabile prevedere una versione del sito anche in altre lingue. L’inglese è la scelta primaria perché è la lingua più utilizzata come seconda scelta, ma è ovviamente possibile realizzare il proprio sito anche in altre lingue, come lo spagnolo, il francese, il tedesco, e il cinese se si intende presentarsi anche su mercati particolari e di grosso interesse per molte attività industriali e manifatturiere. Inoltre, essere indicizzati nei motori di ricerca internazionali con le parole-chiave tradotte i più lingue fornisce una visibilità globale difficilmente raggiungibile da un Sito in una sola lingua.

  • 9. Creazione di una Sitemap o mappa del sito

    Se il sito è particolarmente complesso e articolato è consigliabile prendere in considerazione la presenza di una pagina contenente la cosiddetta mappa del sito (o Sitemap in inglese), ovvero una pagina con il collegamento diretto a tutte le sezioni del Sito, come una sorta di indice. Avere una Sitemap significa permettere all’utente di navigare in tutte le sezioni del sito in modo veloce e avere una visione d’insieme; inoltre si facilita il compito dei crawlers/spiders dei motori di ricerca e permetterne la rapida e completa indicizzazione di tutte le pagine.

  • 10. No Flash

    Quando si desidera avere un sito animato e ricco di effetti si è propensi a realizzarlo in Flash.Questa tecnologia si utilizza proprio per superare i limiti imposti dall’Html in termini di layout e aspetto grafico delle pagine web. I siti interamente realizzati con Flash però hanno una controindicazione importante per quanto riguarda l’indicizzazione, poiché i motori di Ricerca non riescono a penetrarvi all’interno e quindi tutti i contenuti testuali non sono rilevabili dagli spiders. Con l’avvento dell’Html 5 e dei codici Javascript si è ovviato questo problema permettendo animazioni e possibilità di visualizzare il proprio sito su iPhone, iPad e iPad mini e dando la possibilità ai motori di ricerca di fare il loro lavoro.

  • 11. Fogli di Stile (CSS)

    Un sito ben progettato deve necessariamente prevedere i cosiddetti fogli di stile per la formattazione di testo e layout delle pagine web, per definire gli stili dei fonts, delle tabelle, degli sfondi e di qualsiasi altro elemento Html utilizzato all’interno delle pagine. In generale il vantaggio principale è quello di di avere la certezza di poter visualizzare il sito allo stesso modo per ogni versione del browser di navigazione che si sta utilizzando, evitando incompatibilità o problemi derivanti da impostazioni personalizzate dell’utente navigatore.

  • 12. Utilizzo pertinente dei Javascript

    L’utilizzo dei Javascript nei siti è serve per  integrare alla programmazione Html elementi interattivi o dinamici di varia utilità, come per esempio contatori, calendari, menù a tendina, effetti di transizione per immagini, ecc. Non tutti gli script in circolazione però risultano compatibili con i Browser esistenti e quindi prima di usarli è bene testarli e verificarne il corretto funzionamento su tutte le piattaforme. E’ importante evitare di utilizzare degli script Java (o degli Applet Java)  per la creazione di menù di navigazione all’interno delle pagine, in quanto nella maggior parte dei casi i collegamenti ipertestuali interni al codice non vengono rilevati correttamente dagli spiders dei motori di ricerca, con conseguente difficoltà durante le procedure indicizzazione.

  • 13. Caricamento rapido delle pagine web

    Particolarmente veloce deve essere riposta per la homepage, che è la prima pagina visitata dall’utente e la prima rilevata durante l’indicizzazione dei motori di ricerca, per i quali i tempi di caricamento sono un fattore importante per gli algoritmi preposti al calcolo del ranking. Un sito lento svantaggia la navigazione da parte degli utenti e anche il giudizio complessivo dato dai singoli motori di ricerca e il posizionamento in generale, per cui è fondamentale ottimizzare sempre le immagini o le animazioni all’interno delle singole pagine, trovando il giusto compromesso tra peso e qualità.

  • 14. Interazione con il sito e compatibilità con i browser

    Quando si realizza un sito va verificata è la compatibilità con i vari Browser in circolazione, per cui è necessario testare sempre ogni sezione con le versioni più diffuse di Internet Explorer, Firefox e Safari (per Mac), senza escludere anche browser meno utilizzati come ad esempio Opera e Google Chrome. E’ utilissimo testare il Sito sui Browser per telefonini di ultima generazione e per gli Smartphone (come ad esempio Android o iOS), i quali sono diventati i maggiori strumenti di navigazione internet. L’utilizzo di fogli di stile risolve gran parte dei problemi di compatibilità, mentre per il codice Html si dovrebbe cercare di rispettare tutti i dettami del W3C. Infine, particolare attenzione va rivolta ai Javascript e agli Applet Java utilizzati all’interno delle pagine, che si rivelano incompatibili o presentano malfunzionamenti con alcune versioni dei browser.

  • 15. Nomi corretti alle pagine e alle immagini

    Importante è la cura nell’assegnazione dei nomi dei files e delle pagine. Infatti, non tutti sanno che per una corretta indicizzazione è quanto mai fondamentale identificare le immagini usate nel sito, i documenti PDF e le singole pagine con termini e parole-chiave (keyword) coincidenti con i criteri di ricerca con cui si desidera essere rintracciati attraverso il Web. Assegnare il nome corretto alle immagini (jpeg o gif) comporta una maggiore visibilità anche all’interno del motore di ricerca specifico per le immagini che esiste in Google, oramai utilizzato dai navigatori sempre più spesso per trovare informazioni e foto sulla Rete.